Partiamo dal trend pubblicato più di recente: quello sul rialzo di medio-breve del petrolio, segnalato il 16 maggio in questo articolo.

Ieri sul Wall Street Journal è uscito un articolo importante sull’ingente spostamento di capitali che sta avvenendo in questi mesi.

Siamo in un’economia di guerra, pur non essendo entrati direttamente in guerra con qualcuno.

A gennaio avevo segnalato un estremo sul British Pound che poteva essere sfruttato per un trade da chi è abituato a usare i futures. Oggi, restando nello stesso genere di trade (cioè un trade forex effettuato coi futures), segnalo un altro estremo fatto dall’eur sul dollaro.

C’è una materia prima che alla fine di novembre costava 17 dollari e ora ne costa 26, con un rialzo del 47% in soli tre mesi, ma nessuno sembra essersene accorto…eccetto i nostri abbonati a Strategie Portfolio.

Abbonati subito GRATIS a: "Segnali di Borsa"

Entra nella stanza dei bottoni dell’alta finanza senza spendere un centesimo!

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Abbonamento Gratuito a "Segnali di Borsa"

Inserisci qui sotto la tua e-mail funzionante e riceverai subito il link per ricevere i miei segnali gratis sulla tua posta elettronica!

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco